EMERGENZA COVID 19 AGGIORNAMENTI DPCM 01.04.2020. RESTRIZIONI IN VIGORE FINO AL 13 APRILE. ULTIMO NUOVO MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE SPOSTAMENTI VALIDO DAL 26.03.2020.

Pubblicato il 1 aprile 2020 • Emergenza

È uscito un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che PROROGA FINO AL 13 APRILE tutte le misure di contenimento del contagio. Rimangono quindi in vigore fino a quel giorno tutte le limitazioni e le chiusure in essere.

 

AGGIORNAMENTO 26.03.2020

NUOVO MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI VALIDO DAL 26.03 (SCARICA QUI).

 

AGGIORNAMENTO 23.03.2020

NUOVO MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI VALIDO DAL 23.03 (SCARICA QUI).

 

AGGIORNAMENTO 17.03.2020

NUOVO MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI VALIDO DAL 17.03 (SCARICA QUI).

Si ricorda che le uscite dal proprio domicilio sono vietate se NON per GRAVI e COMPROVATE motivazioni come lavoro, acquisti alimentari e farmaci, visite mediche. 

 

AGGIORNAMENTO DELL'11 MARZO

 

Il Governo ha adottato misure ulteriori di restrizioni in VIGORE DAL 12 MARZO AL 25 MARZO su tutto il territorio nazionale e che sono riassunte come segue:

Le attività di ristorazione (tra cui BAR, PUB, RISTORANTI, PIZZERIE, GELATERIE) sono CHIUSE. E' consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio.

Tutte le attività di commercio al dettaglio sono CHIUSE.

I MERCATI sono sospesi, tranne che per la vendita esclusiva di generi alimentari.

I negozi di parrucchiere, estetiste barbieri ecc sono CHIUSI;

I negozi per la vendita di generi alinentari e le farmacie restano APERTI

Le banche le assicurazioni e le poste restano APERTI garantendo accesso scaglionato, la distanza e le norme igieniche.

Restano validi i provvedimenti adottati nel precedente decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su tutto il territorio nazionale fino al 3 aprile 2020.

 

AGGIORNAMENTO DEL 3 MARZO

E' stato pubblicato un ulteriore nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con i nuovi provvedimenti adottati per limitare la diffusione del virus COVID-19, misure valide su tutto il territorio nazionale FINO AL 3 APRILE 2020 - Scarica il decreto completo

Ecco i comportamenti da tenere in vigore dall’8 marzo fino al 3 aprile:

SPORT
Allenamenti sportivi, corsi, eventi e gare sono vietati anche all’aperto e a porte chiuse. La palestra comunale e le palestre private sono CHIUSE.

CULTURA
Sono sospesi manifestazioni, eventi (culturali, ludici, religiosi, teatrali). Sono CHIUSI i centri sociali culturali, ricreativi (CENTRO ANZIANI DI VIA MAZZINI 8) e le biblioteche.

SCUOLA
Restano chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado (compresi asili nido e scuole comunali) FINO AL 3 APRILE. Sono sospese le riunioni degli organi collegiali. I DIRIGENTI SCOLASTICI SONO TENUTI AD ATTIVARE MODALITA' DI DIDATTICA A DISTANZA.

CULTO E CERIMONIE

Le chiese possono restare aperte a condizione che siano adottate misure organizzative idonee ad evitare assembramenti e che consentano di rispettare la distanza di almeno 1 metro. LE CERIMONIE CIVILE E RELIGIOSE IVI COMPRESI QUELLI FUNEBRI SONO SOSPESE. GLI ORATORI COMPRESI LE AREEE ESTERNE RESTANO CHIUSI.

ATTIVITA' COMMERCIALI

I RISTORANTI E BAR POSSONO RESTARE APERTI DALLE 6.00 ALLE 18.00. I titolari devono garantire che venga rispettata la DISTANZA DI 1 METRO E IL SERVIZIO AL TAVOLO.

le pizzerie DA ASPORTO possono restare APERTE con divieto di consumazione nel locale ed evitando assembramento

I negozi possono restare APERTI se gli esercenti possono garantire la DISTANZA DI 1 METRO ed evitare assembramento

Le farmacie restano APERTE rispettando la distanza di un metro ed evitare assembramento

I parrucchieri posso restare APERTI con obbligo di garantire un accesso controllato e DISTANZA DI 1 METRO;

le banche e gli uffici postali restano APERTI con obbligo di garantire la DISTANZA DI 1 METRO ED EVITARE ASSEMBRAMENTO;

GLI UFFICI COMUNALI SONO CHIUSI AL PUBBLICO FINO A SABATO 4 APRILE ma FUNZIONANTI. Solo per urgenze è possibile contattare il personale telefonicamente (0375 91102 Interno 1) o via mail (demografici@comune.casteldidone.cr.it).

I DATORI DI LAVORO sono invitati a promuovere le ferie e i congedi per i loro dipendenti anche in considerazione di chi ha bambini piccoli da accudire e non può affidarli ai nonni in quanto categorie a rischio. Evitare riunioni e assembramenti garantendo la distanza di un metro.

SPOSTAMENTI
Gli spostamenti PER COMPROVATI MOTIVI DI LAVORO sono consentiti, così come gli spostamenti per acquistare prodotti indispensabili e per MOTIVI DI SALUTE. Tutti gli altri spostamenti non necessari SONO FORTEMENTE SCONSIGLIATI. Questo è il modulo di autocertificazione da mostrare in caso di verifica da parte delle Forze dell'Ordine.

Le persone sottoposti a quarantena dall' ATS e/o risultati positivi al virus HANNO ASSOLUTO DIVIETO DI SPOSTAMENTO.

Le persone che avvertono sintomi quali tosse, raffreddore e febbre maggiore di 37.5 °c DEVONO RESTARE A CASA e contattare il proprio medico di base.

Le persone anziane o affette da patologie croniche DEVONO EVITARE DI USCIRE DI CASA se non strettamente necessario ed evitare luoghi affollati; I servizi sociali del comune sono a disposizione per valutare i singoli casi di bisogno ed attivare eventualmente aiuti a domicilio;

I servizi essenziali (assistenza domiciliare anziani, disabili, minori in situazione di tutela) verranno garantiti e gli operatori saranno dotati di dispositivi di protezione individuale adeguati.

Si ricordano i numeri di riferimento telefono 1500 oppure numero verde 800 89 45 45

Invito tutti i cittadini a tenersi informati attraverso SITI ISTITUZIONALI (ad esempio il sito di Regione Lombardia) e comunque da fonti attendibili e sicure, evitando di dare credito e diffondere informazioni che provengono dai vari social network che non abbiano fondamento.

LA RISOLUZIONE DI QUESTA EMERGENZA SANITARIA SI POTRA' REALIZZARE SOLO COLLABORANDO INSIEME. DOBBIAMO ESSERE TUTTI CITTADINI INFORMATI E RESPONSABILI PERCHE' OGGI PIU' CHE MAI IL COMPORTAMENTO DEL SINGOLO SI RIPERCUOTE SULLA COMUNITA' INTERA.

GRAZIE a tutti per la collaborazione attiva. Il Sindaco Pierromeo Vaccari.